You are currently browsing the tag archive for the ‘Linux’ tag.

In alcuni casi abbiamo bisogno di un modo per inviare le email dal nostro web server locale attraverso la funzione PHP mail(), ma quando ci si scontra con Sendmail la cosa ci fà un po impallidire, Sicuramente sendmail è un software valido, potente e molto versatile, ma molto complesso sia per quanto riguarda il funzionamento sia per quanto riguarda la configurazione. Per ovviare al problema arriva in nostro soccorso un software veramente leggero e facile da configurare, sSMTP. Ma passiamo subito alla pratica:

  • Installare ssmtp e abbastanza semplice, se siamo in un ambiente Debian/Ubuntu e simili basta un apt-get install ssmtp ma lo stesso vale per Fedora e simili, sicuramente troverete il modo di farlo quindi andiamo avanti visto che questo non è oggetto del post.
  • Appena installato possiamo modificare con il nostro editor preferito, vi, il file di configurazione che troviamo in /etc/ssmtp/ssmtp.conf commentando o aggiungendo le righe come le troviamo all’interno del file che segue:
# Config file for sSMTP sendmail
#
# The person who gets all mail for userids < 1000
# Make this empty to disable rewriting.
#root=mioindirizzo@dominio.tld

# The place where the mail goes. The actual machine name is required no
# MX records are consulted. Commonly mailhosts are named mail.domain.com
mailhub=smtp.mioserversmt.tld

# Where will the mail seem to come from?
#rewriteDomain=

# The full hostname
#hostname=www.altropiano.com

#UseSTARTTLS=YES
AuthUser=nomeutente
AuthPass=password

#AuthMethod=LOGIN

# Are users allowed to set their own From: address?
# YES - Allow the user to specify their own From: address
# NO - Use the system generated From: address
FromLineOverride=YES
  • Una volta configurato ssmtp possiamo passare alla modifica del file di configurazione di php.ini, il file di configurazione di PHP che troviamo in /etc/php5/apache2/php.ini , se su sistemi debian-like cercando lla direttiva che troviamo di seguito inserendo il path di ssmtp:
; For Unix only.  You may supply arguments as well (default: "sendmail -t -i").
sendmail_path = /usr/sbin/ssmtp -t
  • Ora non ci resta che riavviare il server web apache in modo che il php.ini venga ricaricato;
/etc/init.d/apache2 restart
  • Arrivati a questo punto abbiamo finito quindi non ci resta che testare il funzionamento ad esempio inviando una mail di prova da riga di comando digitanto:
$ ssmtp emaildestinatario@dominio.tld
invio a vuoto
testo del messaggio ed invio
ctrl-d per finire;

oppure

$ mail -s "Oggetto del messaggio" emaildestinatario@dominio.tld
CC: emailincopia@dominio.tld
testo del messaggio
inserire un punto in una riga vuota e premere invio per finire;
  • E qui siamo veramente alla fine. Se volete fare un ulteriore test potete crearvi un file php ad hoc che implementi la funzione mail(). Se avete riscontrato qualche problema o trovate delle imprecisioni o volete solo dire la vostra sentitevi liberi di commentare.

— Fine —
Post scritto con KBlogo

Annunci

Finalmente qualche giorno fa sono riuscito ad installare Linux sul mio palmare. Avevo iniziato qualche tempo fà ma poi non ricordo perche ho abbandonato, ma l’altro giorno riprovandoci, in pochi minuti, ci sono riuscito. Installato il sistema ho scelto come windows manager GPE che risulta essere molto leggero e stabile, requisiti fondamentali visto che l’ho installato su un Ipaq 3630. Subito è sorto il problema di come farlo connettere ad Internet visto che non ha ne bluetoooth ne wireless. Documentandomi ho visto che era anche possibile farlo usando una connessione USB ma la mia basetta (cradle) era seriale, sembravo essere perseguitasto dai problemi ma eBay è venuto in mio aiuto e alla modica cifra di 3 euro + 12 di spedizione (ladri) me ne sono procurato uno. Dato che non esiste nessuna guida in italiano ho deciso di postare qui la procedura sia per me che per gli altri. Vabbè iniziamo:

Nota: Queste istruzioni sono state testate su una Ubuntu 7.04 e Familiar 0.8.3

Queste operazioni vanno eseguite sulla macchina principale (pc, laptop)

  • Far caricare automaticamente all’avvio (o caricare manualmente) il modulo usbnet eseguendo questi comandi come root (sudo -i):
  • echo "usbnet" > /etc/modutils/usbnet
    update-modules
  • Aggiungere queste righe al file /etc/network/interfaces
    mapping hotplug
         script grep
         map usb0
         iface usb0
         inet static
         address 192.168.2.200
         netmask 255.255.255.0
         broadcast 192.168.2.255
         pre-up /etc/network/ipaq
  • Nota: attenzione agli indirizzi ip, se usate la stessa classe di indirizzi per la vostra connessione sentitevi liberi di cambiarli a vostro piacimento.
  • Creare lo script /etc/network/ipaq
     #!/bin/sh
     sleep 5
     exit 0
  • Assicurarsi che /etc/network/ipaq sia eseguibile altrimenti :
    sudo chmod a+x /etc/network/ipaq
  • Ora sul palmare settare /etc/network/interfaces

    iface usbf inet static
    address 192.168.2.202
    netmask 255.255.255.0
    network 192.168.2.0
    gateway 192.168.2.200
  • Inserire il palmare nella basetta (cradle) o collegare il cavo e avviare questo comando sul pc principale (pc, laptop), noterete che il palmare appena connesso si bloccherà, non preoccupatevi è normale e si sblocchera dopo l’esecuzione di questo comando:
    sudo ifup usb0
  • Ora aggingete questo sulla macchina principale al file /etc/hosts:
           192.168.2.202 ipaq
  • Provate a pingare il vostro palmare:
           ping ipaq
  • Se questo non dovesse funzionare (a me ha funzionato alla prima ma qualcuno non potrebbe essere cosi fortunato) provate a dare modprobe usb-eth sul Palmare oppure eseguire ifup usbf sempre sul palmare.
  • Ora utilizziamo Firestarter per abilitare il NAT (Internet Connection Sharing) per le connessioni locali (Local network) tramite “usb0″:
    1. Apri Firestarter.
    2. Clicca “Edit -> Preferences
    3. Clicca “Network Settings
    4. Sotto “Local network connected device“:
      1. Poi “Detected device(s):” seleziona “Unknown device (usb0)
      2. Spunta “Enable Internet connection sharing“.
    5. Clicca “Accept“.
  • Copia /etc/resolv.conf nel tuo palmare:
    sudo scp /etc/resolv.conf  ipaq:/etc
  • Prova a pingare http://www.google.it dal tuo iPAQ:
    ping google.it
  • —- Fine —-

    my-team-uses-the-pomodoro

    Giasone on Twitter

    Flickr Photos